Sat Spa entra nella gestione rifiuti di 15 nuovi comuni del savonese

Condividi

SAVONA. E’ ufficiale: Sat – Servizi Ambientali Territoriali Spa,  opererà  nella gestione rifiuti di altri 15 comuni del savonese dal prossimo gennaio-febbraio 2021. Una procedura avviata a seguito del piano concordatario per ATA spa stabilito in sede giudiziale che impone per il nuovo anno lo stop al servizio, con la sola esclusione della città di Savona.

L’arrivo di Sat permette di coprire i cosiddetti mesi di “vuoto” in attesa del servizio unico integrato a livello provinciale con l’Ambito Unico e l’affidamento in house, secondo il percorso di nuova governance sui rifiuti approvato dall’assemblea dei sindaci e dal Consiglio provinciale.

I comuni interessati sono: Arnasco, Castelbianco, Castelvecchio di Rocca Barbena, Cisano sul Neva, Nasino, Borghetto Santo Spirito, Borgio Verezzi, Giustenice, Calizzano, Bardineto, Murialdo, Mallare e Stella (Boissano e Toirano entreranno dal 1 febbraio 2021).

Nelle ultime settimane si sono concluse le trattative e gli incontri da parte di Sat con le amministrazioni comunali interessate, definendo tutti gli aspetti amministrativi, gestionali e tecnici per dare immediata continuità al servizio, fornendo ampie garanzie anche sul fronte dei livelli occupazionali. Ma non solo: in arrivo nel nuovo anno nuove risorse e mezzi per implementare al meglio il servizio medesimo.

I 15 Comuni hanno scelto Sat Spa, non solo in vista dell’operatività del nuovo piano provinciale nel 2021, ma anche per i risultati raggiunti dall’azienda pubblica nelle realtà dove ha iniziato a svolgere il servizio di raccolta e gestione dei rifiuti, con riferimento ai livelli di raccolta differenziata e agli standard qualitativi.

“E’ stato un percorso non certo semplice ma alla fine abbiamo raggiunto un altro importante obiettivo – ha detto il presidente di Sat Servizi spa Massimo Zunino – siamo molto soddisfatti che le amministrazioni comunali abbiano scelto la nostra azienda pubblica per la gestione dei rifiuti, un altro tassello di questo complesso 2020 che si aggiunge all’acquisizione delle quote di Ecosavona per realizzare un ciclo integrato dei rifiuti nel savonese”.

“Nell’ambito delle nuove realtà territoriali porteremo il nostro know-how, adattato e plasmato sulle singole e diverse esigenze dei comuni dove opereremo” aggiunge Zunino.

“Non posso che ringraziare tutto il nostro personale che si è attivato con impegno e professionalità per l’ingresso in contemporanea di così tanti comuni nella gestione rifiuti, convinti di potere continuare a svolgere un servizio di massima qualità ed efficienza nell’interesse dei cittadini e dell’utenza” conclude il presidente di Sat.

Condividi

Facebook Comments

Note non trascrivibili.