Riviera Jazz&blues Festival_Città di Varazze

Condividi

VARAZZE (SV). “Quest’anno i fuochi d’artificio non si faranno – spiega il sindaco di Varazze Alessandro Bozzano – per evitare problemi di assembramento ma abbiamo deciso ugualmente di regalare alla Città uno spettacolo unico. Non potevamo fare altro che dedicare la serata più importante dell’estate ad un grande artista da poco mancato, il maestro Ennio Morricone, grande musicista e compositore, autore delle colonne sonore più belle del cinema italiano e mondiale”“L’appuntamento sarà sul Molo Marinai d’Italia e sarà “diffuso” nella Città, facendo da sottofondo alle tante cene all’aperto organizzate per la sera di Ferragosto”  Il sindaco Alessandro Bozzano e l’assessore al turismo Bettina Bolla della Città di Varazze.

I GUANO PADANO sono: Alessandro “Asso” Stefana (chitarra), Zeno De Rossi (batteria) e Danilo Gallo (basso), trio che con i Calibro 35 facilmente vien di mettere fra il meglio assoluto prodotto dalla musica italiana nell’ultima dozzina d’anni abbondante.
Insieme o individualmente vantano un curriculum di collaborazioni a dir poco eclatante: Vinicio Capossela, PJ Harvey, Sam Amidon, Gary Lucas, Enrico Rava, Greg Cohen, Alessandro Alessandroni, Calexico, Bobby Solo, Gavin Friday, Mike Patton, Marc Ribot, Howe Gelb, Uri Caine – per nominarne solo alcune.

Nei 3 album finora pubblicati, il trio si è dimostrato in tutto curioso, eclettico e trasversale come pochi altri nel panorama italiano contemporaneo, tenendo il giusto “distanziamento sociale” dal mainstream. Li vedi dal vivo e quanto di buono già si pensava è solo confermato, quando fanno sfilare bellissimi, suggestivi numeri come Pian della Tortilla, la danza mexican Del Rey, El Divino, Un occhio verso Tokyo (bellissimo vortice-trip fra John Coltrane, Pere Ubu e la West Coast Quicksilver/Grateful Dead), il friselliano Nashville. L’interplay fra i 3 è quello di chi suona a memoria, di chi si cerca con l’ istinto di anni passati insieme ad affinare le proprie voglie musicali ma non solo quelle, potremmo dire anche musical-letterarie visto come riescono a creare un suggestivo immaginario che sa di border music che incontra John Steinbeck, del volutamente malcelato amore per Ry Cooder/John Lurie/Tom Waits che incrocia l’Antologia Americana di Elio Vittorini (non per nulla il loro ultimo lavoro s’intitola Americana), della caratterizzazione spaghetti western che accorpa indifferentemente il Maestro Ennio Morricone e i Calexico.

————————————————–

I DISINTERESSE GENERALE sono un progetto nato da tre ragazzi tra il Piemonte e la Liguria, uniti dalla passione per il funk e per tutto l’immaginario della musica cinematografica strumentale, sia italiana che internazionale.

Così a inizio 2020 nasce il trio (Lorenzo Manassero – basso, Paolo Bertazzoli – batteria, Samuele Puppo – chitarra) ed anche i primi brani originali, ognuno con la propria cifra, ma tutti uniti dall’idea di un “cinematic funk ’n’ roll”.
Durante il lockdown iniziato a marzo i Disinteresse Generale decidono di annunciare la nascita del progetto e di registrare a distanza alcuni dei loro pezzi sotto forma di “Quarantena Versions”, riuscendo anche ad ottenere una collaborazione con il chitarrista americano Jimmy James (Delvon Lamarr Organ Trio, The True Loves) su un loro brano LINK

Dalla fine del lockdown e con l’inizio dell’estate il trio sta lavorando in studio, preparando un esordio vero e proprio sarà proprio stasera!

Condividi

Facebook Comments

Note non trascrivibili.