Lavagna, meno quattro alla Torta dei Fieschi n. 70

Condividi

LAVAGNA (GE). Cresce l’attesa, davvero spasmodica, a Lavagna per l’edizione numero 70 della Torta dei Fieschi, dopo l’annullamento dell’anno scorso voluta dal sindaco levantino a causa del crollo del ponte Morandi a Genova, avvenuto poche ore prima della tradizionale sfilata (un po’ di dispiacere per il marito e la moglie che erano pronti a sfidare sui rispettivi cavalli tra la folla in visibilio).
Ieri sera, in diretta su Rai Tre, i preparativi della Torta dei Fieschi, uno degli eventi più importanti di tutta la Liguria, che richiama nel Tigullio, ogni vigilia di Ferragosto, tra le 30 mila e le 40 mila persone, con gli sbandieratori dei Sestieri di Lavagna, la maggioranza giovanissimi, già in gran forma in vista del gran matrimonio del 14 sera. Sestieri di Lavagna già presenti nella stessa piazza del 14 nella manifestazione “Medioevo con Gusto”, una sorta di anticipazione della Torta dei Fieschi.
Parecchie le novità di questa edizione, a partire dalla torta che, per la prima volta nella storia, la fabbrica una pasticceria di Genova e non i panifici e le pasticcerie di Lavagna, in quanto quest’anno, solo tre di esse, hanno aderito, troppo poche per sfornare i 650 chili previsti dalla torta maxi da posizionare nella piazza centrale di Lavagna.
Poi la location, in quanto muta la scenografia, più tecnologia e virtuale, ma resta la sostanza della tradizionale sfilata in programma il 14 sera, per le vie del centro di Lavagna, con tutto il contorno del matrimonio celebrato nel lontano 1200 circa a Lavagna, con giullari, paggi, mangiafuochi, streghe, animali, curia, baronesse e baroni, conti, principi, testimoni di nozze.

Condividi

Facebook Comments

Note non trascrivibili.