Giovanni Toti fonda “Cambiamo” dopo l’uscita da Fi

Condividi

Alla fine Giovanni Toti è uscito per davvero da Forza Italia, ma se a livello nazionale lo seguono solo due big in “Cambiare”, il fedelisismo di Silvio Berlusconi Romani e la biondissima Ravetto, in Liguria occupa 4 provincie su 4 con personalità di spicco: ad Imperia Marco Scajola, a Savona Angelo Vaccarezza, a Genova Lilli Lauro, a Chiavari Giovanni Benedini, a La Spezia Giacomo Giampedrone, più la Ilaria Cavo in tutta la Regione.
“Peccato! Accettando l’incarico da coordinatore il 19 giugno avevo creduto che davvero fosse possibile cambiare, che davvero Forza Italia potesse rinascere da se stessa.
Non mi ero mai tanto sbagliato: nonostante il dissanguamento di voti, nonostante il 6% dei sondaggi, nonostante le tante energie dei territori che chiedevano di poter vivere, il passato ha prevalso.
Pur di far finta di continuare a vivere e baloccarsi con le proprie poltrone, la classe dirigente ha deciso di uccidere ogni speranza.
La paura, la nostalgia hanno il sapore amaro di chi ha deciso di privare tanta gente di una rappresentanza politica.
Ma tutto questo è il vecchio. Il nuovo comincia oggi. Noi non ci rassegniamo, anzi, con entusiasmo partiremo presto per un grande giro d’Italia che avrà una parola d’ordine “Cambiamo” insieme per fare con tutti voi quello che altri, per egoismo, non hanno avuto il coraggio di fare.
Presto vi diremo dove e quando ci vedremo in tutte le regioni d’Italia. E continueremo a lavorare per costruire il futuro, contro coloro che non sanno staccarsi dal passato”. E’ stato il commento dell’ex coordinatore Toti.

In tanti pensano: non è che Toti sta facendo un regalo al centrosinistra in vista delle Regionali del 2020, quando occorrerà l’unità del centrodestra per superare Pd e Movimento 5 Stelle?

Condividi

Facebook Comments

Note non trascrivibili.