Pippo Rossetti (Pd): “Tagli nazionali al diritto allo studio”

Condividi

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del consigliere regionale del Pd, il Dem della val polcevera, il cattolico di centro sinistra Pippo Rossetti: “Novecentomila euro in meno in Liguria per il diritto allo studio. La dissennata politica economica di questo Governo ha portato l’Italia di fronte al rischio di incorrere nella procedura di infrazione comunitaria e adesso, per evitare di venire sanzionati dalla Ue, Lega e 5 Stelle stanno preparando una fitta serie di tagli pari a 2 miliardi di euro. Si va dal trasporto pubblico locale (-300 milioni) alla difesa e sicurezza del territorio (-150 milioni), fino ad arrivare, appunto, al diritto allo studio, tagliato di 30 milioni di euro su base nazionale (di cui 900 mila euro in Liguria) all’interno di una riduzione di circa 100 milioni di euro per il comparto istruzione, ricerca e università.

Una decurtazione che, purtroppo, era già da tempo all’orizzonte, visto che lo stesso Governo aveva già ipotizzato, in occasione dell’ultima Legge di Bilancio, un congelamento di 2 miliardi, impedendone subito la spesa e ora cancellandoli. A questo punto vorrei sapere se la Giunta ligure e l’assessore Cavo abbiano tenuto conto, per tempo, di questa decurtazione annunciata sul fronte del diritto allo studio e se si siano premurati di disporre delle risorse necessarie per sopperire a questa mancanza del Governo. La Regione è in grado di trovare 900 mila euro da stanziare per garantire il diritto allo studio agli alunni liguri? “.

 

Pippo Rossetti, consigliere regionale del Pd ligure.

Condividi

Facebook Comments

Note non trascrivibili.