Scintille politiche sul turismo ligure

Condividi

“Continua inesorabilmente il segno negativo in Regione Liguria: -0,31% per quanto riguarda le presenze, -1,12% per gli arrivi. Cifre che potrebbero quasi essere accettabili (a voler vedere il bicchiere mezzo pieno, s’intende), se non fosse che nei mesi scorsi ci sono state date per certe percentuali positive a doppia cifra”. Così, il consigliere regionale Fabio Tosi commentando il report sui movimenti turistici al 31 maggio 2019 pubblicato dall’osservatorio di Regione Liguria.

“Leggendo i dati, possiamo al massimo azzardare che ad aprile c’è stato un ‘sostanziale pareggio’, come ebbe a dichiarare Toti tempo fa. Ma da qui alle doppie cifre ventilate in campagna elettorale ce ne passa! – continua Tosi -. Viste le importanti risorse impegnate dalla Giunta per la promozione turistica della nostra regione, non possiamo che sperare in un cambio di passo nell’ultimo semestre del 2019. Personalmente, non ci credo ma continuo a sperare”.

“Forse sarebbe meglio pensare prima alla propria regione, che darsi da fare per inseguire sogni romani. Siamo in una situazione drammatica su molti fronti. Sanità, occupazione giovanile e turismo sono solo la punta dell’iceberg dei problemi che affiggono la Liguria, cui il modello Toti non ha saputo dare risposte con azioni concrete”.

Nella foto l’isola di Gallinara, tra Albenga ed Alassio, nel savonese

Condividi

Facebook Comments

Note non trascrivibili.